Con delibera di giunta Regionale il 15 Novembre 2002 viene approvato il riconoscimento della Strada dell’olio d.o.p. Canino.
La delibera N. 842 del 3 Settembre 2004 pubblicata nel bollettino ufficiale n. 28 del 9 ottobre 2004 ha riconosciuto la strada dell’olio d.o.p. Canino.
Il giorno 8 Giugno 2005 sulla base del regolamento di attuazione ai sensi della legge Regionale 21/2001 si costituisce il comitato di gestione della Strada in forma di associazione.

L’associazione non ha fini di lucro ed ha per oggetto la valorizzazione e la promozione del territorio ad alta vocazione olivicola della maremma Etrusca nell’ambito dei compiti indicati dalle norme nazionali e comunitarie in materia di istituzione, realizzazione e gestione della Strada dell’olioDiverse le finalità della Associazione: migliorare ed incrementare l’offerta turistica presente nel territorio interessato, mediante l’introduzione e applicazione di standard qualitativi, con attenzione a produzioni dell’economia eco-compatibile a cui dovranno adeguarsi ed attenersi gli Associati; valorizzare le peculiarità turistiche, storiche, culturali e ambientali presenti nell’ambito della Strada dell’olio, con riferimento anche ai prodotti tradizionali del Lazio; conservare la coltivazione dell’ulivo laddove svolga un evidente ruolo di valorizzazione paesaggistica;
gestire, valorizzare e tutelare lo strumento operativo della Strada dell’olio come definito ai sensi della L.R. 21/01 e relativo regolamento.

E’ garantita alle categorie di soggetti giuridici e fisici la possibilità di adesione dell’Associazione, purchè svolgano la loro attività nella zona di operatività della Strada dell’olio e rispettino gli standard di qualificazione richiesti dal disciplinare interno di applicazione dello Statuto dell’Associazione e in conformità delle prescrizioni contenute nella L.R. 21/01 e nel relativo regolamento.

L’Associazione Strada dell’olio d.o.p. Canino gioca la sua partita a sostegno delle produzioni e delle risorse territoriali.
Costituita per volere dei comuni dell’ambito d.o.p. Canino nel 2005 e sulla base della legge regionale 21 del 2001, oltre ai comuni di Canino, Montalto di Castro, Tuscania, Ischia di Castro, Arlena di Castro, Cellere, Farnese, Tessennano, conta tra i soci fondatori anche la Provincia di Viterbo, l’Oleificio Sociale Cooperativo di Canino, la Società Agricola Olivicoltori di Farnese, l’Oleificio Vulcente, l’azienda Archibusacci G. & F., il B&B Le Palme ed il Frantoio Oleario Gentilucci & Papacchini.
Negli anni si sono inserite delle nuove adesioni ed oggi l’associazione beneficia della presenza dell’azienda Agricola Cerro Sughero di Laura de Parri, del Frantoio Archibusacci dal 1988, della Società Cooperativa Olivicola di Canino, della Bruschetteria di Arturo, dell’Agriturismo Cerro Sughero, dell’agriturismo Casale Bonaparte, del ristorante Villa Rubens ed altre attività ne potranno far parte sottoscrivendo le modalità di adesione previste dallo statuto della “Strada”.
In più occasioni sia la Camera di Commercio che la Provincia di Viterbo hanno manifestato attenzione e sostegno alle iniziative di promozione e valorizzazione dell’olio e delle realtà locali attraverso lo strumento della “Strada”.
Nel 2009 la Regione Lazio ha trasferito all’associazione circa 51.000 euro per la fase di avvio del progetto relativo alla segnaletica  e dell’arredo dei punti informativi di Canino, Vulci e Tuscania.