Area di produzione

Canino, Arlena di Castro, Cellere,
Ischia di Castro, Farnese, Tessenano, Tuscania (parte), Montalto di Castro (parte).

La Denominazione di Origine Protetta

La denominazione di origine controllata "Canino"
(DOP dal 1995) deve essere ottenuta dalle seguenti
varietà di olivo: Caninese e cloni derivati, Leccino,
Pendolino, Maurino e Frantoio presenti da sole
o congiuntamente negli oliveti fino al 100%.
Possono concorrere anche altre varietà presenti
negli oliveti in misura non superiore al 5%.

Le caratteristiche dell’olio

Colore: verde smeraldo con riflessi dorati
Odore: fruttato che ricorda il frutto sano, fresco,
raccolto al punto ottimale di maturazione
Sapore: deciso con retrogusto amaro e piccante
acidità massima totale espressa in acido oleico,
in peso, non superiore a grammi 0,5 per
100 grammi di olio

Certificazione di Qualità:
Riconoscimento D.O.P. con Reg. C.E. n° 1263 del 2 luglio 1996

G_0624r
G_0258r